6

    L’Alto Piemonte è uno dei territori più vocati per qualità e finezza dei suoi vini rappresentati dal suo vitigno principe, il Nebbiolo. Ma l’unicità è descritta quasi incredibilmente dai molteplici suoli che hanno specificità e caratteristiche differenti. 

    Ogni nebbiolo viene declinato in maniera diversa a seconda che ci si sposti anche solo di pochi metri da una vigna all’altra. Per questo ho deciso di descrivere queste peculiarità meravigliose dei terreni nella Longitudine 8 acquisendo negli anni differenti parcelle che spaziano su tutto il territorio, dai ciottoli alluvionali delle colline di Salussola e Dorzano nei pressi del lago di Viverone, alle sabbie di Mottalciata a quelle antichissime di Lessona, ai porfidi vulcanici del Bramaterra e di nuovo ai suoli alluvionali recenti, a tessitura sabbiosa di Sizzano. 

    Vinifico il tutto in una piccola ma storica cantina nel cuore pulsante del nuovo Rinascimento Alto Piemontese situata a Lessona. 
    Qui utilizzo ancora vecchie vasche in cemento per i vini giovani e botti grandi di rovere di slavonia per i vini da invecchiamento.